dipinto flora, chiedi via email alta risoluzione fondo bianco Biografia Musiche video Home Site map Contatti
Seleziona per antecedere:
Cosa intendo per musica nei sogni
Chiarezza sulla musica 432hz
Pratico schema sugli accordi e sulle scale.
File audio utile per l'ascolto delle varie scale musicali.
La Carta delle Frequenze musicali.

La musica nei sogni

Salta la Premessa
La mia conoscenza musicale si basa al 60% sull'esperienza diretta. Ho cercato di mantenere più pura possibile la mia espressività musicale limitando gli studi di armonia e composizione. Ad ogni esperienza intrapresa ne ho studiato la logica ed estrapolato regole di composizione e armonia. Gli studi che sto facendo sulla musica nei sogni fanno parte di una di queste esperienze, la più bella e affascinante.
Per spiegare bene cos'è la musica nei sogni va definito prima il concetto di musica, o meglio va rivisto il concetto che gli diamo normalmente: un insieme di suoni organizzati e che ne fruiamo quotidianamente con la musica commerciale e la maggior parte della musica in genere. La musica vera è "la trasformazione di una emozione in un insieme di suoni organizzati", quindi si deduce che per comporre una musica di questo genere bisogna sentire una emozione ed esprimerla per mezzo di strumenti musicali. Questo genere di musica andrebbe finita finché si è ispirati da essa, senza lasciarla inconclusa, in quanto le emozioni mutano costantemente senza mai ripetersi uguali (riferimento al principio di "Impermanenza").foto Musica dei Sogn Questo non vuol dire che tutti i musicisti che compongono una musica senza essere ispirati da una emozione non stiano componendo una musica, ma personalmente non li definirei artisti, ma persone che giocano con i suoni con più o meno talento. Secondo il mio punto di vista invece l'artista, in tutte le forme d'arte, è colui che si ispira ad una emozione ed è capace di comunicarla per mezzo del canale scelto (udito, vista...).
Questo chiarimento sull'arte è importante per comprendere il profondo valore della musica nei sogni, una esperienza che alcune persone hanno e che non va confusa con altre forme di espressione che non sono basate su una vera ispirazione emotiva. Quindi secondo il mio punto di vista sull'arte ci sono i talenti che usano, ipotizziamo nella pittura, il disegno per rappresentare un fatto, un luogo, delle persone o degli oggetti. Questo è un talento che non definisco arte, ma capacità in una attitudine. Differentemente un artista, secondo il mio punto di vista, incarna una emozione, cioè crea l'impossibile, la magia, è il tramite dell'anima con l'esterno, con un talento tale da rendere comprensibile la natura in origine del messaggio.
Parlando quindi di una sensazione che viene da dentro di noi lo strumento musicale migliore per veicolare tale emozione è la voce stessa di chi prova quella emozione, con il canto non pianificato, ma così come l'emozione sboccia, nel qui e ora l'emozione si traduce in melodia, questo sarebbe l'ideale. Il soggetto deve divenire quindi l'emozione non la musica e le sue note. Avere delle nozioni musicali è utile e allo stesso tempo controproducente: è utile perché ti permettono di costruire una composizione che sia comprensibile secondo gli standard sui quali siamo abituati (esempio quando si fa un discorso comprensibile in una lingua comprensibile); controproducente in quanto si adatterebbe appunto alle regole studiate, quindi perderebbe un minimo di genuinità dell'emozione stessa, di una sua intrinseca "non struttura" non conforme ai canoni conosciuti, quindi unica e irripetibile (quando un indigeno compie delle danze scatenate, sembra pazzo, ma trasmette una emozione che quasi ci spaventa); personalmente preferisco la via di mezzo che è già tanto rispetto allo standard di composizione musicale che ascoltiamo quotidianamente.

Cos'è la musica nei sogni?

Essere intonati è molto importante per fare questa esperienza, cioè quella dell'ascolto delle emozioni durante i sogni. Se si è intonati (o non si sa accordare uno strumento musicale) oppure non si ha mai composto una musica non è possibile ricavare una musica dai propri sogni. E' molto importante quindi esercitarsi nell'ascolto e nella riproduzione per mano propria della musica che si ha ascoltato o di propria creazione, cantarla e ascoltare la differenza, se si era stonati e riprovare, sentire la propria voce, quindi arrivare a SENTIRE LE FREQUENZE, riconoscere quali frequenze attraversano il tuo inconscio mentre dormi per poterle riprodurre il più fedelmente possibile. In molte persone appunto ho notato che si presenta il fenomeno di sentire della musica durante il sonno, e appena ci si sofferma ad ascoltarla la musica sparisce perché perde di genuinità l'emozione stessa, si sgualcisce quella struttura emotiva intrinseca perché sopraggiunge la coscienza (...). Con la meditazione buddista si riesce a ripulire la mente, a sentire le proprie emozioni, anche quelle impercettibili, questo esercizio di meditazione serve al musicista che desidera ascoltare affondo le proprie emozioni, vederle, palparle per poi ricavarne musiche straordinariamente profonde e toccanti. La routine quotidiana invece rende le persone quasi insensibili perché non abituate ad ascoltarsi, a soffermarsi dando importanza al silenzio. Un ottimo esercizio per esempio è suonare una musica con una chitarra scordata, accordarla senza il diapason, ma con il proprio orecchio, così come si sente che ci piacciono le note in quel momento; poi si compone una musica così come ci piace, la si registra con un registratore, va bene il cellulare; dopodiché la si canta e ci si registra ascoltando la differenza, oggettivamente senza dare giudizi. Questo è anche un ottimo esercizio di Meditazione Vipassanā.
Dopo che si ha affinato la capacità di sentire le frequenze, quando arriverà il momento in cui si sentirà una melodia nel sogno va registrata cantando su un registratore, poi la mattina stessa, prima possibile, va composta la musica con lo strumento musicale che si ha più destrezza, meglio ancora sarebbe appena si sente la musica, sentirla senza ascoltarla nota per nota e senza concentrarsi sull'emozione, va applicato il principio di Equanimità, tutto deve scorrere, dobbiamo passivamente recepire quella esperienza senza registrarla tramite la coscienza, se no svanisce la musica IN QUANTO LA MUSICA è EMOZIONE E LE NOTE SONO SOLO IL MEZZO PER RAGGIUNGERLA. Il nostro cervello adulto analizza le esperienze mentre la sta vivendo, gli da un senso, facendo svanire la sua integerrima bellezza, l'essere.
NB: Il miglior strumento musicale che ci sia che rinchiude in se la forma d'onda della nostra anima è la Voce, questi esercizi vanno fatti possibilmente solo con questo mezzo.
Riassumendo quindi la musica nei sogni è suddivista in 3 fasi: 1) Il sogno che si sta svolgendo; 2) La trasformazione del sogno in emozione per mezzo dell'inconscio; 3) L'emozione fa fiorire una melodia.

Riguardo la musica a 432hz, attenzione a non farvi abbagliare:

le emozioni sono frequenze, quindi ogni emozione ha una taratura in frequenza diversa, riassumere tutte le emozioni riconducendole a 432hz è estremamente sbagliato, anzi, disumano. Basti pensare ai canti degli indigeni e dei primitivi, cantavano con lo strumento musicale perfetto, la voce, in base all’emozione che sentivano sgorgare da dentro. Si molti della rivoluzione omega pensano di poter curare con musicoterapia basata a 432hz facendo “musica” techno a 432hz, o ritarando una musica già nata a 440 e portandola a 432hz, sbagliatissimo, è come fare un dipinto con il sole giallo e l’erba verde, e poi shiftarlo in frequenza di pochi hz in giù, diventerebbe il sole rosso e l’erba gialla. Ciò che nasce a 440 deve rimanere così, perché gli intervalli in frequenza esprimono una emozione su quella taratura e così va ascoltata. ce n’è da dire. la musica non è solo un insieme di suoni organizzati, è per questo che il 90% della "musica" è vuota, la vera musica è un "insieme di suoni organizzati che esprimono una emozione", quindi l'intervallo di note che costituisce la melodia deve essere dettato dall'emozione, nel qui e ora che l'emozione sgorga, quella è musica. Il problema è che oggi c'è troppa consapevolezza, troppa coscienza, ecco perché parlo della musica nei sogni, perché nei sogni non c'è coscienza ma puro inconscio, tutto scorre senza che la mente rovini tutto. Ecco perché i veri artisti sono i più emarginati, perché hanno un ribollio di emozioni dentro che esplodo costantemente e vengono considerati a volte pazzi incompresi. E' difficile per un artista imparare ad esprimersi, perché ci vuole tempo e denaro per studiare e comporre, la sopravvivenza del povero ci costringe a mettere da parte quelle emozioni che ti svegliano di notte, le musiche che ti urlano dentro, non c'è tempo perché va pagato l'affitto. non basta tarare in frequenza un sintetizzatore a 432hz e fare una musichette idiota techno per entrare in "armonia" con l'interlocutore. Ci vuole molto molto di più, ma prima di tutto quando si fa musica bisogna sentire una emozione ed avere il coraggio di mollare quello che si stava facendo per comporla.

Accordi

schema accordi e scale, in caso di siabilità chiedi via email la tabella in file di testoTra gli appunti dell'autore questo utile schema esemplificativo su tutti gli accordi e le relative scale musicali.

Scale musicali

MP3 Audio File
MIDI Audio File
CUBASE Project File
File audio creato dall'autore per comprendere uditivamente le differenze tra le varie scale musicali, A di riferimento 431hz.

Carta delle frequenze

carta delle frequenze, in caso di siabilità chiedi via email la tabella in file di testoUtile schema sul posizionamento delle note nello spettro in frequenza, A di riferimento 440hz, su richiesta integrazione a 432hz.